Riconoscere un dentista di qualità? Ecco 5 requisiti

Riconoscere un dentista di qualità? Ecco 5 requisiti

In un articolo molto interessante, lo studio Dentistico Salzano Tirone di Cuneo elenca cinque requisiti che possano permettere ad un paziente di riconoscere un dentista di qualità. Ci sembra interessante riproporre il loro punto di vista, consci del fatto che un paziente non ha gli strumenti per poter valutare clinicamente un odontoiatra, né tanto meno il risultato di un trattamento (a meno di errori evidenti).
Un paziente può però valutare aspetti extra-clinici che denotano, secondo noi, l’attenzione ai particolari e l’approccio utilizzato dal dentista.

Non pretendiamo che questi requisiti diano la certezza di trovar il miglior odontoiatra della tua città, ma cos’altro può darci questa certezza? Probabilmente nulla. Non esiste il miglior dentista in assoluto, ma esistono ottimi professionisti, specializzati in trattamenti diversi, che oltre ad essere clinicamente molto preparati, si preoccupano di fornire il miglior servizio possibile e garantire la massima sicurezza del paziente.

Vediamo quindi questi 5 requisiti per aiutarci a riconoscere un dentista di qualità:

  1. Anamnesi e consensi. L’anamnesi è la fase di raccolta dei dati di salute del paziente prima ancora di sottoporsi ad un trattamento. E’ quando il dentista ci chiede se abbiamo delle allergie, prendiamo dei farmaci e così via. Spesso si trascura questa fase quando ci sottoponiamo a semplici trattamenti come una igiene orale.

    Diciamo che in realtà la colpa è di noi pazienti, che ci scocciamo di compilare questionari e firmare consensi vari. Però, è qui che dovrebbe entrare in gioco l’intransigenza del dentista, evitando di compromettere la qualità del suo lavoro per assecondare i “capricci” dei pazienti.

    Un dentista di qualità non tralascia questi dettagli e impone ai propri pazienti, con la dovuta spiegazione, il comportamento più corretto, anche quando questi ultimi non sono così accondiscendenti.

  2. Preventivo di spesa con consenso firmato. Il prezzo non può essere una sorpresa per il paziente. Un professionista prepara diversi piani di trattamento, ciascuno con un preventivo di spesa, da aggiornare immediatamente nel caso in cui il piano di trattamento scelto dovesse cambiare in corso d’opera.

  3. Igiene dello studio odontoiatrico. Questo è un punto assolutamente logico ma purtroppo l’inesperienza dei pazienti non gioca a loro favore.
    Un esempio? Gli strumenti dovrebbero sempre essere imbustati e aperti di fronte al paziente.
    Una gestione del luogo di trattamento adeguata dovrebbe prevedere l’utilizzo di teli sterili (soprattutto in trattamenti chirurgici) e operatori vestiti in modo adeguato.
    Chiedersi anche se il mio odontoiatra pulisce e igienizza con regolarità il proprio riunito. Non volessimo mai bere dell’acqua contaminata!

  4. Utilizzo della diga di gomma. Per i trattamenti che la prevedono, tra i quali le banali otturazioni ma anche le devitalizzazioni, la diga di gomma dovrebbe sempre essere usata.
    Non è altro che un “telo di gomma” usato per isolare il dente da trattare e proteggere il resto della bocca del paziente. Ha anche vantaggi per il dentista dal momento che rende il campo più asciutto e migliora notevolmente la visibilità.
    In altre parole, migliora la qualità del risultato del trattamento! Purtroppo molti pochi dentisti la usano, perché è un costo in più e perché perdono tempo nel montarla (ovviamente senza mai farlo non sono molto pratici).
    Chiedete al vostro dentista di usare la diga di gomma!

  5. Sistemi ingrandenti. Purtroppo non sono ancora così diffusi, anche perché non sempre nelle università si insegna ad utilizzare sistemi di ingrandimento come occhialini o caschetti con oculari ingrandenti. Però c’è poco da fare, se si vede meglio si lavora meglio. Il risultato, sopratutto quando si affrontano casi più complessi, non può che non essere pari o migliore. Per non parlare poi di microscopi che permettono di lavorare con ingrandimenti di 12-16 volte.

E voi? Siete d’accordo con questi cinque requisiti? Ce ne sono altri che ritenete assolutamente indispensabili? Fatecelo sapere nei commenti sotto.

Referenze/Credits
Woman photo created by senivpetro – www.freepik.com
https://www.studiosalzanotirone.it/dentista-di-qualita/

Chiudi il menu