Quanto un dentista può risparmiare con il superammortamento?

Quanto un dentista può risparmiare con il superammortamento?

Siamo entrati nell’ultimo periodo dell’anno. Odontoiatri e commercialisti, insieme, iniziano a pianificare gli ultimi acquisti. Conviene acquistare oggi un nuovo equipaggiamento? Conviene aspettare un ulteriore anno?

Quando ormai non ci si sperava più, un’ulteriore ragione che possa giustificare un acquisto entro il 2019 ce l’ha data il dl crescita del 9 Aprile 2019, dell’ormai terminato governo M5S-Lega: il superammortamento. E voi sapete esattamente di cosa si tratta, chi può accedervi e che vantaggi comporta? In questo articolo cerchiamo di capire come funziona.

Spieghiamo prima di tutto cosa si intenda per ammortamento. Semplificando al massimo, l’ammortamento non è altro che un vantaggio fiscale, proporzionato all’aliquota Irpef a cui si è soggetti. Ipotizziamo l’aliquota Irpef più alta, ovvero del 43%, e poniamoci la seguente domanda: che vantaggio fiscale genera l’ammortamento di un bene? La risposta è molto semplice: l’ammortamento mi permette di sottrarre alle tasse dovute, che nel caso considerato sono il 43%, la medesima percentuale del valore del mio ammortamento. Facendo un esempio: se la base imponibile fosse 1000€, con un’aliquota al 43% e senza avere nessun bene da ammortizzare, pagherei esattamente 430€ di tasse (43% x 1000€). Se avessi un bene da ammortizzare potrei invece sottrarre alle 430€ di tasse il 43% del valore dell’ammortamento, pagando quindi qualcosa in meno.

Il superammortamento è un’agevolazione fiscale ancora più forte dell’ammortamento, che può far risparmiare un po’ di soldi a chi investe in beni materiali per la propria impresa e/o attività. Cerchiamo di essere però più precisi e cerchiamo di capire concretamente il risparmio che può generare.

La bozza del dl crescita del 9 Aprile 2019 reintroduce il superammortamento del 130% e recita testuale:

“viene reintrodotto da aprile 2019 il super-ammortamento (130 per cento) per beni strumentali nuovi fino a 2,5 milioni, con particolare riferimento al segmento delle PMI (piccole e medie imprese). Il beneficio riguarda gli investimenti complessivi effettuati dal 10 aprile 2019 e fino a dicembre 2019, con consegna fino al 30 giugno 2020”.

Tradotto, e più in dettaglio, cosa vuol dire?

  1. Per investimenti in beni materiali nuovi, ad eccezione di veicoli e mezzi di trasporti, acquistati tra il 10 Aprile e il 31 Dicembre 2019, è possibile applicare l’agevolazione del superammortamento.
  2. Il fornitore deve accettare l’ordine entro il 31 Dicembre e deve essere pagato almeno il 20% entro la medesima data. Le altre rate possono essere pagate entro il 30 Giugno 2020

 Chi ne può usufruire?

Sono ammessi i titolari di reddito d’impresa o di lavoro autonomo (e.g. persone fisiche esercenti attività di impresa, arti o professioni) 

 Concretamente, che vantaggio comporta?

Supponiamo di acquistare un bene per il valore di 100.000€, deducibile, con un ammortamento a 5 anni. Normalmente si metterebbe a bilancio un costo di 20.000€ ogni anno (dato da 100.000€ / 5). Grazie al superammortamento del 130%, al posto di mettere a bilancio 20.000€, metteremo un costo di 26.000€, dato da 130.000€ / 5 anni, dove 130.000€ è ottenuto da (100.000€ * 130% = 130.000€). Capito bene? Con il superammortamento riesco a ridurre la mia base imponibile più di quanto mi permetta l’ammortamento normale, nonostante la spesa sostenuta non sia cambiata, ma sia sempre di 100.000€, ovvero 20.000€ all’anno.

Ipotizzando un’aliquota fiscale Irpef del 43%:

  • se con l’ammortamento avevo un vantaggio fiscale del 43% sui 20.000€ ogni anno, ovvero: 20.000€ * 43% = 8.600€
  • con il superammortamento ho un vantaggio fiscale del 43% ma calcolato su 26.000€, non più su 20.000€, ovvero: 26.000€ * 43% = 11.180€

Esprimendo lo stesso concetto in un’altra forma, se mettessi in relazione il vantaggio di 11.180€ con la mia spesa iniziale effettiva di 20.000€ all’anno, ogni anno avrei un beneficio del 55,9% (invece che del 43%), dato da 11.180€/ 20.000€ = 0,559, ovvero 55,9%.

Quindi, alla fine, quanto risparmio?

Ipotizzando di acquistare un equipaggiamento di 100.000€, con 5 anni di ammortamento, e con un’aliquota Irpef del 43%, risparmierò quanto segue:

  • con l’ammortamento, ma senza il superammortamento, proprio il 43% di quello che spendo. Quindi il mio bene di 100.000€ è come se lo avessi pagato in realtà 57.000€ (100.000€ – 43%).
  • con il superammortamento, il 55,9% di quello che spendo. Quindi, esattamente lo stesso bene di 100.000€ è come se lo avessi pagato 44.100€ (100.000 – 55,9%)

Come vedete è un vantaggio fiscale non indifferente che non avrebbe senso lasciarsi scappare.

E voi? Cosa avete acquistato e cosa pensate di acquistare nel 2019? 

Chiudi il menu