Hai una Srl? Scopri i vantaggi dell’iperammotamento

Hai una Srl? Scopri i vantaggi dell’iperammotamento

La camera dei deputati, il 12 Novembre 2018, ha pubblicato l’ultimo testo della Legge di Bilancio 2019, dove nell’Articolo 10 comma 1, viene confermata la proroga dell’iperammortamento disposto in origine dalla legge di bilancio del 2017.

Ma cosa è esattamente l’iperammortamento?

E’ una misura fiscale che “consente di maggiorare il costo di acquisizione dei beni materiali strumentali nuovi funzionali alla trasformazione tecnologica e/o digitale secondo il modello Industria 4.0.” In altre parole, la misura consiste nella maggiorazione del costo di acquisizione del 150 per cento, permettendo in sostanza di ammortizzare un valore pari al 250 per cento del costo di acquisto dei beni.

Quindi se spendo 100€ per un bene strumentale, posso portare a costo nel mio bilancio ben 250€ (anche se in realtà la mia spesa è stata solo di 100€).

In realtà non è finita qui, perché chi usufruisce dell’iperammortamento può anche trarre vantaggio da un’ulteriore maggiorazione del 40% del costo sull’acquisto di beni immateriali, quali software e applicazioni.

La lista dei beni strumentali e beni immateriali che rientrano in questa agevolazione è possibile trovarla rispettivamente negli allegati A e B della Legge di Bilancio (vedi sotto i link)

  Chi può beneficiare dell’iperammortamento

Ne possono beneficiare solo i titolari di reddito d’impresa. Quindi dall’agevolazione sono esclusi i liberi professionisti, ma non gli studi odontoiatrici organizzati in società di capitale o i laboratori odontotecnici.

Per beneficiare dell’Iperammortamento il soggetto interessato deve produrre una dichiarazione del rappresentante legale dell’impresa, che attesti che il bene possiede le caratteristiche tecniche di cui alla Legge di Bilancio 2017 e che è interconnesso al sistema aziendale di gestione. Se il valore dei beni è superiore a € 500.000,00 non basta l’autodichiarazione ma serve una perizia tecnica giurata rilasciata da un soggetto accreditato.

Alcune aziende del settore dentale che producono beni ritenuti “Iperammortizzabili” forniscono una dichiarazione che certifica che l’attrezzatura rientra tra quelle per cui si può godere dell’agevolazione.

Quali importi di investimento sono previsti

A seconda degli importi dell’investimento cambia la maggiorazione. Nel caso di importi fino a 2,5 milioni di euro si applica appunto la misura del 150 per cento

Come si accede all’iperammortamento

Si accede in maniera automatica durante la compilazione del bilancio e dell’autocertificazione citata precedentemente. E’ necessario però che l’ordine di acquisto del bene risulti accettato dal venditore entro il 31 Dicembre 2019 e che sia avvenuto il pagamento di almeno il 20% del costo di acquisizione entro la medesima data, con il saldo non oltre il 31 Dicembre 2020.

Facciamo un esempio concreto

L’odontoiatrica digitale è sicuramente un bene che rientra tra i beni agevolabili dell’iperammortamento. Come troviamo scritto nell’allegato A, macchine agevolabili sono macchine a controllo numerico,  macchine con interconnessioni ai sistemi informatici di fabbrica, macchine con interfaccia tra uomo e macchina semplici ed intuitive etc… Queste sono solo alcune delle caratteristiche che confermano il fatto che l’odontoiatria digitale rientri nell’iperammortamento.

Quindi supponiamo di acquistare un sistema Cad-Cam ad un prezzo di 100.000€ (iva inclusa).

Il costo che porteremo a bilancio è di 250.000€ (ovvero 100.000 x 250%), al quale applicheremo poi l’aliquota ires del 24% (supponendo una srl odontoiatrica). Questo porterà ad un beneficio fiscale di 60.000€ (24% di 250.000).

Di fatto quindi è come se avessimo pagato il nostro sistema Cad-Cam solamente 40.000€ (100.000€ – 60.000€ ).

Referenze:

Odontoiatria33: http://www.odontoiatria33.it/normative/15123/iperammortamento-per-gli-strumenti-odontoiatrici-mise-si-esprime-su-sterilizzatore-a-vapore.html

Legge di Bilancio: http://documenti.camera.it/Leg18/Dossier/Pdf/AP0053.Pdf

Allegato A: https://www.mise.gov.it/images/stories/documenti/Allegato_A_2016.pdf

Allegato B: https://www.mise.gov.it/images/stories/documenti/Allegato_B_2016.pdf

Chiudi il menu