Come migliorare l’esperienza dei pazienti dal dentista

Come migliorare l’esperienza dei pazienti dal dentista

In Italia ci sono circa 50.000 dentisti e 35.000 studi. Come può fare un piccolo studio ad uscire fuori dal coro e a distinguersi? La risposta è semplice ma non così scontata. L’esperienza dei tuoi pazienti è ciò che permette di differenziarti. Dal dentista ci si aspetta sempre il meglio e l’esperienza dei pazienti è spesso più importante del risultato clinico.

Parliamo ovviamente di un ambito molto ampio e abbiamo anche scritto un articolo al riguardo.
Qui vogliamo focalizzarci su un aspetto specifico: l’apparenza dello studio.

Parliamo di piccole accortezze che possono fare la differenza. Per capire cosa migliorare, provate ad immedesimarvi in un paziente che entra nel vostro studio per la prima volta.

Cominciate dalla sala d’attesa

Aprite la porta ed entrate. Come vi sembra la sala d’attesa? Pulita ed in ordine? ci sono mobili danneggiati o pile di riviste vecchie che andrebbero eliminate? La gente nota l’igiene e l’attenzione ai dettagli.
Pensate inoltre a come poter migliorare il tempo di attesa dei pazienti che è molto spesso lasciato al caso e sottovalutato. A nessuno piace aspettare, quindi perché non cercare di migliorare l’esperienza proprio durante quei minuti?

Potreste offrire qualcosa da bere, delle letture particolari. Potreste sfruttare quei minuti presentando i vostri miglior successi clinici. Potreste svolgere una sessione di educazione di igiene orale per i più piccoli e così via.

Passate alla reception

Vi sembra pulita ed in ordine o vedete stampanti rotte e pile di scartoffie che qualcuno un giorno sistemerà?
Trasmette un senso di modernità ed efficienza? Dovete semplicemente immedesimarvi in un paziente e pensare a come vi sembra quando vi trovate lì di fronte.

Sala di trattamento

Fate attenzione ai muri, quadri ecc.. Anche del corridoio che vi porta alla sala.
Come vi sembra l’intonaco, i pavimenti sono puliti? Quando entrare in sala come vi sembra l’ordine generale? Ci sono pile di cose riposte inutilmente su ripiani che non verranno mai utilizzate?

Se vi sedete sulla poltrona e fissate il soffitto, vedete macchie di umidità e a altre imperfezioni? Ricordate che un paziente passa molto tempo con la bocca aperta a guardare il soffitto. Si potrebbe pensare di mettere un monitor per quando il paziente è sdraiato, oppure uno specchio sulla lampada del riunito.

Un’altra accortezza potrebbe essere quella di dare un campanellino in mano al paziente da suonare quando sente dolore e richiamare l’attenzione del dentista.

Il bagno

Come ultimo posto che consigliamo di controllare per migliorare l’esperienza dei pazienti dal dentista è il bagno.

Inutile dire che quest’ultimo dovrebbe essere super pulito e sempre in ordine. Il consiglio che diamo è di assegnare il compito di mantenere il bagno in ordine ad un membro dello staff che controllerà lo stato in diversi momenti durante la giornata.

Come ultima dritta, lasciate sparsi per lo studio dei foglietti dove date la possibilità ai vostri pazienti di lasciare qualche commento e suggerimento. Anche in bagno!

Come vedete in questo articolo nessuno parla di spendere per far apparire lo studio un hotel a cinque stelle, ma ci si focalizza su piccole accortezze che non sono sempre così scontate, ma che possono fare la differenza agli occhi dei pazienti. Come sempre la cosa più importante è differenziarsi ed essere creativi nel farlo.

Speriamo come al solito di avervi dato qualche piccolo spunto per migliorare l’esperienza dei pazienti.

Fateci sapere nei commenti se anche voi adottate queste, o altre, strategie nel vostro studio!

Chiudi il menu